Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

POTERE AL POPOLO!: L'UNICA LISTA CHE PROPONE LA RIDUZIONE DELL'ORARIO DI LAVORO A PARITA' DI SALARIO!

09.02.2018

 

Da decenni ormai l'orario di lavoro in Italia è fissato a 40 ore. Anzi con la crisi l'orario di lavoro è aumentato, visto che sempre di più sono gli straordinari obbligatori o i ricatti "informali" che ti costringono a stare sul posto di lavoro anche se non pagato. 

E' un paradosso: in Italia c'è chi si ammazza di lavoro e chi si ammazza perché non ha un lavoro. 

E' irrazionale da un punto di vista umano: c'è una disoccupazione altissima, e grandi innovazioni tecnologiche che permettono di produrre di più in meno tempo, ma i vantaggi dati dallo sviluppo sono andati solo a favore dei profitti. 

Questo sistema è razionale solo per gli sfruttatori: le imprese possono continuare a spremere tanto chi è "dentro" solo perché c'è la minaccia di finire "fuori"

Intanto in Germania ed altri paesi l'orario di lavoro cala drasticamente (in alcuni casi fino a 28 ore settimanali pagate come un full time!), e si fa largo una visione per cui il lavoro non è tutto nella vita.

Noi crediamo che sia venuto il tempo anche in Italia per ridurre drasticamente l'orario di lavoro, a parità di salario. Non è vero che non si può, basta lottare e votare chi porta avanti queste idee. 

Da troppo tempo ci tolgono solo diritti. E' ora di iniziare a riconquistarli. 
Vogliamo 32 ore settimanali, per lavorate tutti e tutte, meno e meglio. Per avere tutti un lavoro degno, non precario, e che permetta anche di avere una vita di relazioni e di cura di sé e degli altri, di sviluppo umano e sociale.

Basta abbassare la testa, riprendiamoci le nostre vite!