Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

"MAI PIÙ FASCISMI - MAI PIÙ RAZZISMI" SABATO 24 FEBBRAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALE

22.02.2018

 

Sabato 24 febbraio a Roma, in Piazza del Popolo, manifestazione nazionale antifascista e antirazzista.

Le 23 organizzazioni promotrici dell'appello “Mai più fascismi”, espressione di tanta parte del mondo democratico, indicono per sabato 24 febbraio, a Roma, la manifestazione nazionale “Mai più fascismi, mai più razzismi”. Il programma è il seguente: concentramento alle ore 13.30 in Piazza della Repubblica, avvio del corteo e arrivo in Piazza del Popolo dove avrà luogo dalle ore 15.00 la manifestazione.

 

Il Prc sarà in piazza. "Denunciamo la responsabilità del ministro dell'Interno Minniti"

Rifondazione Comunista sabato 24 sarà in piazza a Roma al corteo Mai Più Fascismi con i propri militanti, molti dei quali aderenti all’ANPI. Il Prc è da sempre in prima fila nel denunciare il riemergere delle forze neofasciste in Italia ed in Europa. "Saremo in piazza per continuare a chiedere con forza che vengano sciolte le organizzazioni che si richiamano al fascismo e che fomentano l’odio razziale. Lo chiediamo in applicazione di quanto prevede la Costituzione Italiana e le leggi che ad essa si riferiscono", si legge in una nota

"Denunciamo le responsabilità del ministro dell’Interno Minniti - prosegue la nota - e degli esecutivi del PD che non solo non hanno, dal governo, mosso un dito per mettere fuori legge le organizzazioni che si richiamano espressamente al fascismo ma hanno usato le forze di polizia, come fece Scelba negli anni Cinquanta, per garantire la propaganda fascista.

Già tre anni fa fummo tra i promotori di una campagna che raccolse 30.000 firme per lo scioglimento delle organizzazioni in aperto e plateale contrasto col dettato costituzionale e che fu ignorata dal Presidente della Repubblica e dai presidenti di Camera e Senato, che solo in campagna elettorale si sono svegliati. L‘antifascismo è una cosa seria e non va agitato in maniera strumentale a fini elettorali. L'antifascismo del PD è poco credibile".

 

"Solo ricostruendo una sinistra popolare di opposizione alle politiche neoliberiste imposte dai trattati europei e dai governi di centrodestra e centrosinistra - conclude il Prc - è possibile contrastare il diffondersi di razzismo e fascismo. Le politiche condivise dal PD e dal centrodestra alimentano il disagio sociale su cui fa leva l’aberrante demagogia dei fascisti. Ci opponiamo alle norme sulla sicurezza e contro i migranti che legittimano la retorica della destra razzista. Anche in questo caso la responsabilità del PD è enorme".