Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

POTERE AL POPOLO: “NON ESISTONO GOVERNI NEUTRALI . SE SI VOTA CI SAREMO !”

09.05.2018

Il presidente Mattarella ha dichiarato di voler nominare un governo “neutrale” – eufemismo per non dire “tecnico”, parola che ricorderebbe a tutti gli italiani la terribile esperienza di Monti &Fornero –  auspicando che le forze politiche lo facciano vivere fino a dicembre.

Ovviamente si tratterebbe di un governo “europeista”, cioè impegnato a far approvare tutti i diktat dell’Unione Europea, a partire dal Fiscal Compact…

Vogliamo dirlo con chiarezza: i governi “neutrali” o “tecnici” non esistono, non sono mai esistiti. Tutti i governi sono politici, servono gli interessi di una parte sociale.

È politica accettare i diktat della UE, fare tagli alla spesa sociale per sterilizzare l’aumento dell’IVA, anche questa decisione assolutamente politica nel nome dell’austerità.

È politica tranquillizzare i mercati, cioè fare ciò che vogliono banche e finanza.

È politica stare nella NATO e sostenere la politica guerrafondaia di Trump e Macron.

Quello di Monti era un governo tecnico? No, era un governo politico, sostenuto da PD e PDL che rispondeva alla politica voluta dalle élites italiane ed europee.  Basta con queste ipocrisie!

Anche Lega e M5S fanno da due mesi i furbi sulla pelle delle italiane e degli italiani, lottando per i propri interessi di potere, preparandosi a una campagna elettorale  in cui sbandiereranno di nuovo l’abolizione della legge Fornero. Legge che potrebbero in pochi giorni approvare avendo in questo parlamento i numeri per farlo. E con gli stessi numeri potrebbero approvare una legge elettorale che restituisca agli italiani la possibilità di scegliere i propri rappresentanti rispettando la Costituzione.

Quanto accaduto in queste settimane dimostra che il richiamo al “voto utile” della scorsa campagna elettorale era una bugia: l’unico voto utile è quello che fa i tuoi interessi, non i loro!

Le ragioni che ci hanno spinto a lanciare Potere al popolo! dopo questi due mesi sono ancora più forti e più chiare.

C’è bisogno di uno schieramento sociale e politico alternativo a tutti i poli esistenti che applichi la Costituzione e difenda gli interessi delle classi popolari con un programma di radicale rottura con le politiche degli ultimi 25 anni e i diktat dell’UE.

Noi lo stiamo costruendo, e invitiamo chiunque abbia a cuore le sorti del paese a farlo con noi. Se si andrà ad elezioni, Potere al Popolo ci sarà!