Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

NASCE IL GOVERNO DEI PIEGATI...A ROMA IN PIAZZA IL 16 GIUGNO

01.06.2018

da Contropiano

Giorgio Cremasci

 

Mattarella si è piegato a Savona ministro, seppure in un’altra casella. Salvini e Di Maio si sono piegati, in realtà il secondo l’aveva già fatto, ai vincoli UE ( e NATO). E tutti assieme si sono piegati ai colpi dello spread usati squadristicamente da UE e Germania.

 

A parole saranno tutti contro l’austerità, ma continueranno a praticarla nel nome del fiscal compact e dei trattati UE che non oseranno più mettere in discussione. In compenso potranno fascisteggiare con migranti, poveri, occupanti di case e conflitti sociali. Di questo a Mattarella e alla UE non è mai importato nulla, nonostante le stupidaggini dette in questi giorni dai ridicoli antifascisti europeisti. Anzi un governo che abbia il consenso degli elettori, non tecnico dunque, e che continui ad eseguire la politica delle banche mentre indirizza la rabbia popolare verso i migranti e gli esclusi, beh questo alla UE va benissimo. Lo hanno già accettato e persino lodato in Austria ed in Ungheria.

 

La UE è la principale macchina produttrice di antidemocrazia e autoritarismo, prima o poi deve servirsi dei suoi prodotti.

 

Potere al Popolo a questo punto è la sola vera forza di opposizione in questo paese. Perché tutte le altre, a partire dal PD e da Berlusconi, da un lato sono responsabili del disastro che ha portato a questo governo, dall’altro sono servi della UE, alla quale questo governo, se manterrà il fiscal compact e il resto come si è impegnato, va benissimo. D’altra parte la nostra opposizione non potrà che essere mille miglia lontana da chi ha fatto Jobsact, Fornero, Buona Scuola.

La nostra opposizione sarà la sola sociale e popolare, contro la dittatura dei mercati e i vincoli UE, nel nome dei principi sociali della Costituzione del 1948.

Cominciamo il 16 giugno a Roma, manifestando assieme alle forze sociali ed al sindacalismo che non si piega. Non ci chiuderanno nella paura.