Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

SABATO 29 AGOSTO 2020, ORE 21 NEL GIARDINO DELLA BIBLIOTECA DI STORIA DELL’ARTE DI MONTEMERANO

26/08/2020

SABATO 29 AGOSTO 2020, ORE 21

NEL GIARDINO DELLA BIBLIOTECA DI STORIA DELL’ARTE DI MONTEMERANO

Marilena Pasquali terrà la conversazione

IL SEGNO DEL DISINGANNO

GLI ARTISTI E LA GRANDE GUERRA

Nel feroce tritacarne della prima guerra mondiale finirono le forze migliori del Paese, giovani e meno giovani provenienti da ogni classe sociale e da ogni parte d’Italia, e tra questi, anche molti artisti, letterati, musicisti e intellettuali di varia estrazione ed orientamento culturale.

Dell’opera degli anni di guerra di poeti e scrittori si sa tutto o quasi, anche perché in molti casi si è in presenza di figure di primissimo piano nel panorama della letteratura italiana del ventesimo secolo (Ungaretti, Gadda, Campana, Saba, Jahier, Rebora, Lussu).

Si sa poco o pochissimo, invece, degli artisti che con la loro opera hanno documentato in tempo reale la quotidianità e la tragedia di una guerra che di “grande” ha solo il nome e il numero delle vittime.

Riprendendo un suo studio apparso sull’ultimo numero della rivista della Fondazione Ragghianti di Lucca (“Luk”, 25. 2019, maggio 2020) Marilena Pasquali affronta questo tema complesso e sfaccettato avvalendosi di numerose immagini inedite o quasi sconosciute e articolando la conversazione in tre brevi “capitoli”: gli artisti al fronte; gli artisti e la propaganda; gli artisti e la poesia.

A questa conversazione farà seguito, sabato 5 settembre. la presentazione del libro di Roberto Bianchi: 1919: piazza, mobilitazione e potere, importante studio dedicato alle prime conseguenze politiche e sociali della Grande Guerra.

L’incontro avrà inizio alle 21, nel rispetto delle vigenti norme di prevenzione e sicurezza (con prenotazione al 335-7617773).

Coloro che interverranno potranno consumare prima o dopo la conversazione un pasto leggero al Bar del Glicine al prezzo di € 10.