Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

DEF, FANTOZZI(PRC):"SCELTE CHE ALIMENTANO SOLO DISUGUAGLIANZE ED INGIUSTIZIE"

Pubblicato il 4.10.2017

COMUNICATO STAMPA

Roberta Fantozzi, responsabile nazionale Politiche economiche di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, dichiara:

“Il governo continua con la stessa politica che ha portato avanti in questi anni e che diversamente dalla propria storytelling ha raccolto risultati che aumentano le divergenze con il resto d’Europa.

Così per la crescita del Pil all’1,5% contro il 2,2% della zona euro e il 2,3% della UE, mentre la caduta del Pil in Italia negli anni passati è stata imparagonabilmente più grave che nel resto d’Europa.

Così per l’occupazione, anch'essa in crescita più lenta, e che non considera inoltre che trattasi di lavoro precario – con il quasi raddoppio rispetto alla situazione pre-crisi di part-time involontario e sottoccupazione – e con la crescita abnorme degli occupati ultracinquantenni, incatenati al lavoro dalla Fornero e aumentati negli ultimi 2 anni e mezzo di oltre 900.000!

E’ una politica fatta di decontribuzioni e sgravi, che continua quella con cui si sono regalate risorse alle imprese nel triennio per oltre 40 miliardi.

Che rivendica come grande intervento un provvedimento sulla povertà che non copre nemmeno 1/3 delle persone in povertà assoluta con risorse totalmente insufficienti.

Che continua con le politiche di privatizzazione mentre sarebbe necessario un piano di investimenti pubblici in grado di creare lavoro tanto nella salvaguardia dell’ambiente quanto nel rilancio del welfare.

Nulla sulla sanità, a fronte di 12 milioni di persone che non si curano più tra ticket e liste di attesa. Nulla sulla previdenza dove si va verso un ulteriore e inaccettabile aumento dell’età pensionabile.

Rifondazione Comunista parteciperà a tutte le iniziative di mobilitazione contro queste politiche e rafforza il suo impegno per la costruzione di una sinistra antiliberista in grado di rappresentare un’alternativa alle disuguaglianze e alle ingiustizie sociali”.