Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

CAROFALO: “I MIGRANTI SULLA DICIOTTI DEVONO ESSERE LIBERATI. BASTA CON QUESTO TEATRINO INDEGNO ”

24/08/2018

di Viola Carofalo 

Portavoce Nazionale Di Potere Al Popolo!

 

Salvini si è messo da solo in un vicolo cieco costruendo un’emergenza su di una vicenda che chiunque avrebbe gestito con più intelligenza. Lo ha fatto portando il paese ad una crisi istituzionale senza precedenti, umiliando gli uomini e le donne della Guardia Costiera italiana, ed esponendoli ad attacchi infami da parte dei malati di odio. Lo ha fattolasciando richiedenti asilo ad attendere sotto il sole dopo che queste persone erano fuggite dalla Libia. 

 

Ricordiamo che le persone scese a Lampedusa dalla Diciotti hanno denunciato di aver subito violenze e stupri, e che alcune di loro erano denutrite, altro che giovani palestrati. 

 

Salvini dichiara di voler respingere in Libia queste persone e ieri la Libia gli dice che non è possibile farlo.

 

Salvini dice che sono clandestini quando la maggior parte di chi si trova sulla Diciotti sono eritrei, e quindi soggetti che otterranno quasi sicuramente la protezione internazionale.

 

Salvini chiede che l’Europa sia solidale ma fa asse con quei paesi che ci costringono a fare muro mentre ci fanno un muro dietro le spalle.

 

In realtà Salvini è vittima della sua stessa logica schizofrenica nella quale conta più la polemica sui social network che la politica. 

 

Se Salvini vuol far pressione sull’Europa dichiari di sospendere unilateralmente Dublino, e non faccia prendere più le impronte alle persone che arrivano in Italia permettendo loro di transitare nel nostro paese e raggiungere il nord Europa. Questa si che sarebbe una minaccia seria contro l’Europa dell’egoismo e della xenofobia. 

 

Evidentemente a Salvini interessa più mantenere aperto il palcoscenico della frontiera che risolvere i problemi, noi però lo paghiamo per fare il ministro non per dire idiozie su Facebook.

 

Basta con questo teatrino indegno.