Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

USA : SANDERS NON RICONOSCE GUAIDO'

03/02/2019

da Contropiano

 

Pessime notizie per il “centrosinistra europeista senza se e senza ma” che fa come sempre da testa di legno dell’imperialismo occidentale. L’attacco al Venezuela, col passare dei giorni, diventa sempre più improbabile, il fantoccio contras Juan Guaidò è praticamente emigrato in Colombia e fa l’organizzatore di concerti (le piccola star ce le mette Richard Branson, padrone dell’etichetta Virgin), la “coalizione dei volenterosi” si sfilaccia e anche sui media comincia a trovare spazio qualche notizia.

 

Per esempio, si riesce solo ora a sapere che l’anziano “socialista” statunitense, Bernie Salders, non si è allineato a Trump sulla questioneB. Come riporta Il Desk – testata online non sospettabile di estremismo antimperialista:

“In un’intervista rilasciata nei giorni scorsi ad Univision, emittente in lingua spagnola, Sanders  alla domanda se considera Maduro un dittatore e se si deve dimettere ha risposto senza giri di parole “Questa è una decisione che deve prendere il popolo venezuelano, ci devono essere elezioni giuste e libere – ha sottolineato – ma quello che non deve succedere è che gli Usa usino la forza militare per intervenire ancora come ha fatto nel passato in America Latina, che sia il Cile, il Brasile, la Repubblica Dominicana o il Guatemala”.

Alla domanda poi se considera Guaidò il legittimo leader del Paese, Sanders ha risposto esplicitamente “no”.