Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

NAVIGARE SILENZIOSAMENTE , LA PIAZZA DI GRETA ESISTE GIÀ

GIULIO CAVALLI

 

Notavo che ormai ogni venerdì, sempre più spesso, mi capita di dedicarlo alle buone notizie. Forse perché l’intossicazione del resto della settimana mi provoca malumore e invece ho scoperto che i risultati di una ricerca inglese dicono che gli ottimisti vivono in media due anni in più. Quindi anche questo venerdì provo ad allungarmi la vita e per farlo ci si sposta a Oresund, la striscia di mare che separa Danimarca e Svezia, una tratta su cui passano circa sette milioni di persone per circa cinquecentomila viaggi.

 

Da qualche mese i traghetti elettrici Aurora e Tycho Brahe sono ufficialmente in servizio sullo stretto, lungo circa quattro chilometri, e non accendono più i motori a gasolio per spostarsi. Tutto elettrico. Tutta elettricità che proviene solo da fonti rinnovabili. Sembra fantascienza, e invece è proprio così. Le navi arrivano in porto e grazie e un sistema ad alto voltaggio riescono in poco minuti a ricaricare per il viaggio di ritorno. Non c’è nemmeno un minuto in più da aspettare rispetto agli orari precedenti. Grazie al progetto co-finanziato dall’Unione Europea le due navi, originariamente a diesel, sono state convertite in elettriche tramite 640 batterie al litio per una potenza installata pari a 11 mega-watt.

 

Colpiscono le parole dell’ingegnere capo Henrik Fald Hansen: «Come ingegnere meccanico provo una strana sensazione nel sentire la sala macchina silenziosa. La prima volta che abbiamo fermato i motori diesel per navigare a batteria mi è venuta la pelle d’oca. È fantastico, sorprendente vedere come le batterie possano alimentare una nave così grande.»

 

Ed è una pelle d’oca sana che assomiglia così tanto al profumo di quelle piazze che hanno riempito il mondo per l’ambiente, nonostante alcuni fessi abbiano fissato Greta piuttosto che la luna. E ci spiega che la volontà politica conta. Quella. Solo quella.

Buon venerdì.