Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

MONTENERO D'ORCIA. IL MINISTERO DELL'AMBIENTE APPROVA IL PROGETTO. L'IRA DI IMPRENDITORI, COMITATI E AMMINISTRATORI

Da Il Tirreno
Del 14.09.2016
Di Fiora Bonelli

Il progetto pilota di centrale geotermica “Montenero” ha la Via . Il Ministero dell’Ambiente, nonostante il coro di no locali, che rimbalza da quasi due anni, va avanti e rilascia l’autorizzazione datata 31 agosto.
“La nostra lotta non si fermerà sicuramente per una nota messa così quasi di nascosto, su un sito ministeriale” dicono quelli del comitato “Agorà cittadinanza attiva” che annunciano mobilitazione generale. Marta Temperini, una delle più attive di Agorà lo dice chiaro e tondo” Sebbene il rischio non sia imminente –dice- dato che adesso occorre un altro passaggio da ministro e un altro ancora in Regione che dovrà esprimere parere vincolante, va da sé che la mobilitazione è assicurata. E’ fattibile un ricorso al Tar del Lazio”.
Linea dura anche degli imprenditori e dei poteri economici amiatini che in passato alzarono le barricate contro l’ipotesi di centrale geotermica nel cuore del Montecucco, dei prodotti di qualità e delle eccellenze imprenditoriali della zona dove stonerebbe, a dir poco, una centrale.
Ubaldo Corsini, della Corsini biscotti, l’azienda di dolci e di pane che esporta dall’Amiata in tutto il mondo, incalza “Tutte le azioni possibili sono state fatte, compreso un incontro a Firenze fra istituzioni regionali e imprenditori e sindaci locali. Sono molto sfiduciato, perché la sensazione è quella che questa centrale proprio la vogliono fare. Io sono comunque pronto a sottoscrivere il ricorso al Tar o a partecipare ad altre azioni per stoppare questa iniziativa”
Anche Giorgio Franci, imprenditore di olio pluridecorato a livello internazionale, ribadisce <>
Deluso ma determinato, Franco Giannetti, assessore all’ambiente di Castel del Piano e residente a Montenero, il quale ha seguito a fianco del sindaco Claudio Franci, passo passo, la storia della centrale che è un progetto pilota contenuto nel progetto Montalcino. << Credevamo davvero che il parere sulla Via del ministero fosse diverso-dice-. Abbiamo prodotto osservazioni, richieste, ci siamo mossi in sintonia coi Comitati da un lato e con una cordata di imprenditori dall’altro. Contro la centrale ci sono, oltre ai massimi imprenditori locali, dieci, quindici agriturismi, aziende agricole che creano lavoro e indotto. Tutti nomi e griffe che fanno volume e che sono stati ignorati e bypassati. Ora tocca alla regione esprimersi. Ci auguriamo che si esprima in una certa maniera, come i cittadini stanno indicando ormai da tempo. Inoltre nella nostra zona imprese e aziende sono state acquistate da stranieri e da grandi imprese come Aruba. Con loro, ancora non abbiamo avuto modo di confrontarci sul problema, ma lo faremo quanto prima. Noi, intanto, non escludiamo un ricorso al Tar>>.E a proposito del ricorso, il sindaco Claudio Franci spiega: Abbiamo già dato incarico ai nostri avvocati di prendere visione del documento. Dopo questo passaggio andremo se possibile verso un ricorso al Tar del Lazio.