Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

PROTOCOLLO D'INTESA PROMOSSO DALLA REGIONE TOSCANA CONTRO IL CAPORALATO

Riceviamo e pubblichiamo
26.10.2016

.
Firmato in Regione il protocollo che vede coinvolti anche Ministero, Inail, Inps, sindacati e associazioni di categoria per lo stop al lavoro sporco
.
E' stato firmato nella Sala Pegaso di Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze il protocollo d'intesa a contrasto al caporalato e al lavoro nero in Toscana.
Un documento che ha visto coinvolti Regione, Ministero del Lavoro, Inail, Inps, sindacati e associazioni di categoria.
Per Cgil e Flai Cgil Toscana si tratta di un passo avanti importante nella lotta al fenomeno che riguarda diverse zone della regione. “Grazie all'impegno dei lavoratori, del sindacato, delle istituzioni e degli altri soggetti oggi stabiliamo l'arrivo di uno strumento in più per combattere una delle vergogne del nostro Paese e della nostra regione. - hanno commentato Maurizio Brotini e Damiano Marrano - Tutto ciò arriva dopo che a livello nazionale è giunta sulla questione una legge importante, alla quale abbiamo collaborato attivamente e che abbiamo salutato con soddisfazione".
Adesso l'obiettivo è usare questi nuovi strumenti per monitorare, controllare e contrastare il prima possibile vecchi e nuovi fenomeni di caporalato
Punti importanti sono:
Stop ai contributi per chi commette reati contro i diritti dei lavoratori Le aziende agricole che non rispettano i diritti fondamentali dei lavoratori non potranno accedere o mantenere i finanziamenti europei. Questo uno dei punti chiave del protocollo d’intesa promosso dalla Regione per contrastare sfruttamento e illegalità in agricoltura che è stato firmato , martedì 25 ottobre, con Inps, Ministero del Lavoro, Inail, Cgil, Cisl, Uil, Coldiretti, Confederazione Italiana Agricoltori, Confagricoltura e Alleanza delle Cooperative Toscane.