Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

RIFONDAZIONE : BENE LO JUS SOLI MA IL PD AL GOVERNO HA FATTO PEGGIO DELLA LEGA

17/03/2021

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale
Stefano Galieni, responsabile immigrazione PRC-S.E.

 

Rifondazione Comunista è da sempre favorevole ad una riforma della legge sulla cittadinanza che porti verso lo Ius Soli.

 

Giudichiamo positivamente che il neosegretario del Pd Enrico Letta, l’abbia rilanciata ma non ci sfugge che questo sia avvenuto per mostrare che si resta contrapposti tanto alla destra di Salvini e si incalzano Conte e M5S.

 

Il Pd dichiarandosi più “draghista” della Lega ha bisogno di un supplemento d’anima. Il neoliberismo progressista (per usare la calzante definizione di Nancy Fraser) ogni tanto ha bisogno di innalzare una bandiera per l’elettorato di sinistra.

 

Lo stesso Renzi che andava ai family day a un certo punto fece proprio il riconoscimento delle unioni civili, che quelli come lui avevano impedito per anni. Noi comuniste/i non abbiamo nulla a che fare con i rozzobruni i quali, con argomenti che legittimano i fascioleghisti, si schierano anche contro lo ius soli per andare contro il Pd.

 

Le/i comuniste/i sono i democratici più coerenti. Fu il Pd nel 2015 a rinunciare ad una battaglia di civiltà, riponendo nel cassetto una legge, peraltro moderata (ius culturae) nel timore di perdere consensi.

 

Hanno stravolto la Costituzione, distrutto la sanità, cancellato l’articolo 18 non hanno nanche trovato il coraggio di votare una legge che avrebbe messo in sicurezza circa 900 mila fra ragazze e ragazzi. Nel discorso inaugurale di Letta non c’è stato un accenno di autocritica rispetto a vent’anni di politiche neoliberiste di Ulivo e Pd che hanno contribuito all’imbarbarimento del paese e alla crescita della destra.

Non c’è nemmeno traccia del fatto che con il governo Conte 2 e la ministra Lamorgese sono aumentati i morti in mare, i respingimenti in Libia, gli attacchi alle navi delle Ong. Così come in pandemia sono peggiorate, più che per altri, le condizioni di vita e di lavoro di tutto il paese e soprattutto di chi è immigrata/o.


Dietro la retorica progressista il Pd si comporta come e a volte peggio della Lega.