Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Tu sei qui

UCRAINA . IN MANETTE IL CAPO DELL'AUTORITA' DI CONTROLLO FINANZIARIO. VOLEVA FUGGIRE CON LA CASSA

POLITICA ESTERA

 

22/06/22

da Faro di Roma 

 

L’ex direttore del Dipartimento della Sicurezza Interna del Servizio di Sicurezza dell’Ucraina, Generale Andrei Naumov, è stato arrestato mentre cercava di attraversare il confine tra Serbia e Macedonia del Nord con un ingente quantitativo di denaro nascosto nella sua auto.

 

“L’8 giugno, il dipartimento anticorruzione in collaborazione con la polizia di frontiera e la dogana hanno arrestato un cittadino tedesco, anno di nascita 1986, e un altro di nazionalità ucraina, classe 1982, sospettato di riciclaggio di denaro. Durante l’ispezione dell’auto BMW in cui viaggiavano sono stati rinvenuti al posto di blocco di Presevo 607.990 euro, 124.924 dollari e due smeraldi non dichiarati”, rivela in una nota il ministero dell’Interno serbo.


Il canale serbo BTV indica che una delle persone arrestate è l’ex direttore del Dipartimento della Sicurezza Interna del Servizio di Sicurezza dell’Ucraina Generale Andréi Naúmov.

 

Le due persone arrestate, secondo l’accusa, hanno pianificato di esportare illegalmente dalla Serbia denaro e pietre preziose, che “provengono da fonti illegali”. Entrambi sono stati arrestati e si trovano nel centro di detenzione preventiva nella città di Nis. Il codice penale serbo prevede pene fino a 12 anni di reclusione per questo tipo di reato.

 

Naumov è stato a capo del dipartimento di sicurezza ucraino interna fino a quando il Presidente Volodymyr Zelensky ha nominato il suo amico d’infanzia Ivan Bakanov a capo del servizio di sicurezza (SBU) nell’agosto 2019. Da allora Naúmov è stato protagonista di numerose inchieste giornalistiche su riciclaggio e appropriazione illecita di beni.


Nel gennaio 2021, un colonnello del Centro anticorruzione della SBU, Yuri Rasiuk, è stato arrestato per tentato omicidio di Andrei Naumov. Lex direttore del Centro anticorruzione, Dmitri Neskromni, lo aveva incaricato di uccidere Naumov per prendere il suo posto.

 

Alcune ore prima dell’inizio dell’operazione speciale russa in Ucraina, Naumov e Bakanov hanno lasciato il territorio dell’Ucraina. Bakanov è tornato a Kiev, ma senza Naumov, che è fuggito e lasciando i suoi incarichi. Il 1 aprile 2022, il presidente Zelensky ha privato Naumov del grado di generale e della sua posizione nel servizio di sicurezza ucraino per “tradimento”, riporta Sputnik.

 

Ovviamente nessuna notizia nei TG nostrani