Attività del Partito della Rifondazione Comunista Circolo "Raniero Amarugi" di Santa Fiora Visita la nostra pagina Facebook


Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Tu sei qui

USB SCOMPARSA DAOUDA DIANE

LAVORO E DIRITTI 

 

15/07/2022

USB

 

Venerdì 15 i lavoratori migranti del Ragusano scioperano e scendono in piazza ad Acate

 

Non ci sono novità sulla scomparsa nel ragusano di Daouda Diane, il lavoratore e mediatore culturale sparito dal 2 luglio ad Acate. Non è il primo caso di sparizione “anomala” di un lavoratore migrante: l’ennesima scomparsa rilancia la vertenza di tutti i lavoratori migranti, in maggioranza provenienti dall’Africa, a cui non sono riconosciuti i diritti di cittadinanza e tanto meno i diritti lavorativi, abitativi e di tutela sanitaria. Restano preda di lavoro nero, sfruttamento, condizioni di lavoro inaccettabili, il tutto in un contesto climatico insopportabile.

 

USB ha raccolto il grido di dolore di amici e familiari di fronte all’ennesima scomparsa di un migrante. I lavoratori del Ragusano hanno deciso di alzare la voce e di incrociare le braccia per migliorare la propria condizione di lavoro, per richiedere una volta per tutte la regolarizzazione della propria condizione di cittadini.

 

I lavoratori migranti cominciano a capire che solo con la lotta e l’organizzazione collettiva possono migliorare la propria condizione, lasciando da solo chi pretende di rappresentarli travestito da “uomo social”, e per questo stanno costruendo con il sostegno dell’Unione Sindacale di Base un percorso partecipato e condiviso.

 

Il lavoro è lo strumento con il quale si superano ostacoli e emarginazione. Ecco perché è un dirittoPerché nessuno dovrebbe mai essere nelle condizioni di sentirsi escluso.Perché il lavoro genera dignità sociale, autonomia economica e identità sociale. 

 

In Sicilia come in Puglia, Calabria, Basilicata, Piemonte, e Lazio si sta rafforzando l’unione dei lavoratori migranti i quali, fuggiti da guerre, crisi climatiche, miseria e povertà, invece di essere accolti e rispettati sono continuamente vessati, sfruttati e ignorati.

 

Venerdì 15 luglio alle ore 9.00 in Piazza Libertà ad Acate, i lavoratori che hanno incrociato le braccia si incontrano per discutere ed organizzare la continuazione della mobilitazione. Parteciperà anche la deputata di Manifesta Simona Suriano.