Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Tu sei qui

MANOVRA , GOVERNO DIMENTICA IL PIANO ONCOLOGICO

POLITICA NAZIONALE | POLITICA ITALIANA

 

27/12/2022

da la Notizia

 


Il Governo dimentica i malati di tumore. la meloni aveva promesso 20 milioni  per il piano oncologico nazionale. Ma in manovra non ci sono 

 


La Manovra è arrivata oggi al Senato ma senza i fondi che erano stati promessi per dare concretezza al Piano oncologico Nazionale. Gli emendamenti alla legge di bilancio, con i quali il Governo si era impegnato a stanziare 10 milioni di euro per il 2023 e altrettanti per il 2024, non sono stati infatti approvati.

 

“Siamo sconcertati e preoccupati – ha detto ieri il segretario generale della Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (Favo), Elisabetta Iannelli – per l’inconcludenza della classe politica. I malati di cancro non possono aspettare e con la Favo chiedono risposte concrete e immediate al ministro della Salute”.

 

Il primo intervento riguardante il Piano oncologico nazionale – era stato annunciato e poi escluso dalla prima finanziaria del Governo Meloni, ricorda la Favo in una nota: “Governo e opposizioni – aggiunge Iannelli – hanno continuato a essere sordi alle richieste dell’Unione Europea di salvare dal cancro 3 milioni di vite umane entro il 2030, di cui quota parte di malati oncologici italiani, ma soprattutto dimostrano una inaccettabile, grave indifferenza alla tragedia che vivono milioni di nostri concittadini malati di tumore”.

 

“Le ripetute dichiarazioni di impegno del ministro Schillaci (nella foto) – ha aggiunto il segretario generale della Favo – e degli altri esponenti governativi e parlamentari, dell’intero arco costituzionale, rilasciate in sedi istituzionali e pubbliche sono forse parole al vento”.

 

La Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia ricorda che le diagnosi di tumore in Italia “sono aumentate anche a causa dei ritardi legati al Covid-19, ma a nulla è valso l’allarme lanciato dall’Aiom pochi giorni fa alla presenza di Schillaci”.

 

“Servono – conclude Iannelli – stanziamenti economici e risorse umane per realizzare il piano oncologico, le parole altrimenti diventano pietre dolorose”.