Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

DONBASS – FORENZA: «KIEV CI VUOLE PROCESSARE: ASSURDO SILENZIO DEL GOVERNO ITALIANO»

Pubblicato il 05.05.2017
COMUNICATO STAMPA
.
«Siamo a Mosca – dichiara Eleonora Forenza, eurodeputata Gue/Ngl, che ha preso parte negli scorsi giorni alla Carovana antifascista in Donbass – e stiamo rientrando in Italia. Stiamo tutti bene. Abbiamo appreso della richiesta di estradizione del governo di Kiev che ci vuole processare per terrorismo e della posizione dell’Ambasciata ucraina in Italia. Ci pare assurda la posizione del governo italiano di fronte a tali richieste, che anziché respingere tali richieste si preoccupa di ribadire l’amicizia col governo di Poroschenko.
.
Come delegazione di Rifondazione Comunista siamo orgogliosi di aver portato solidarietà al Donbass antifascista unendoci alla Carovana della Banda Bassotti, insieme a Usb e a tanti altri antifascisti. Siamo orgogliosi di aver disobbedito al regime di Poroshenko di cui l’UE è vergognosamente complice».
L’eurodeputata Eleonora Forenza spiegherà i contenuti della missione cui ha partecipato in una conferenza stampa lunedì 8 maggio alle 12 presso la sede del Parlamento Ue a Roma, in via IV Novembre 149.
.
Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista-Sinistra Europea, dichiara:
«Nel mentre stanno ripartendo alla volta dell’Italia ci giunge notizia che il governo ucraino ha chiesto a quello italiano l’arresto e l’estradizione della nostra compagna Eleonora Forenza, parlamentare dell’Altra Europa e degli altri compagni di Rifondazione e della Carovana Antifascista che in questi giorni sono stati in Donbass per una missione di pace e solidarietà.
I nostri compagni sono stati invitati dai sindacati del Donbass e hanno partecipato alla manifestazione del 1° maggio.
Il fatto che l’Ucraina consideri criminali degli antifascisti che visitano le repubbliche di Donetsk e Lugansk dà l’idea del carattere non democratico del regime sostenuto da Nato e Europa.
Inoltre ricordiamo che nell’Ucraina pseudo-democratica i comunisti vengono messi al bando ed è vietato persino cantare L’Internazionale o sventolare una bandiera rossa nel mentre sono stati riabilitati i nazisti ucraini responsabili di crimini contro l’umanità durante la Seconda guerra mondiale.
.
Lunedì 8 maggio alle ore 12, Eleonora e gli altri compagni della delegazione risponderanno alle accuse del governo ucraino nella conferenza stampa che terranno presso la sede del Parlamento europeo a Roma».