Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

«PAPA FRANCESCO LA PENSA COME NOI. ABOLIRE LA LEGGE FORNERO E LE PENSIONI D’ORO E RIDURRE L’ORARIO DI LAVORO»

Pubblicato il 28.06.2017
COMUNICATO STAMPA

.
«Su pensioni e sindacati Papa Francesco la pensa come noi – dichiara Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista – Sinistra Europea – . Le sue parole rappresentano un’esplicita condanna delle politiche condivise da centrodestra e centrosinistra.
La dottrina sociale del Papa coincide sul punto con quanto Rifondazione Comunista ha sempre sostenuto: abolire le pensioni d’oro, ponendo un tetto per legge, abolire la legge Fornero per dare la possibilità ai giovani di entrare nel mondo del lavoro, ridurre l’orario di lavoro.
Anche le considerazioni del Papa sul sindacato sono più che condivisibili.
L’attacco al ruolo dei sindacati che è comune a tutte le principali formazioni politiche italiane è proprio di una visione neoliberista che contrasta non solo con la nostra Costituzione ma anche con la dottrina sociale del Papa.
Apprezziamo anche le critiche rivolte a un sindacato che non lotta abbastanza per gli esclusi e ai sindacalisti che si fanno corrompere.
Ancora una volta il Papa esprime una visione sociale in sintonia con le posizioni della sinistra radicale, una visione che oggi è quasi del tutto assente in parlamento e nei media italiani».