Acqua:


Il Parlamento europeo ha fatto propria la proposta dei movimenti per l’acqua

Clicca Qui per ricevere Rosso di Sera per e-mail


Ogni mese riceverai Rosso di Sera per posta elettronica, niente carta, niente inchiostro.... Se vuoi inviare le tue riflessioni, suggerimenti, o quanto ritieni utile, a Rifondazione di Santa Fiora,usa questo stesso indirizzo info@rifondazionesantafiora.it

Comune di Santa Fiora

Controlacrisi

Direzione Nazionale

FACEBOOK SI TOSCANA A SINISTRA

Il coro dei Minatori di Santa Fiora Sito ufficiale

Italia - Cuba

Museo delle Miniere


Santa Fiora: la Piazza e la Peschiera online

Rassegna Stampa

Rifondazione su Facebook

STOP TTIP


"Campagna Stop TTIP"

Il Manifesto

Tu sei qui

CHIUDERE I PORTI ALLE NAVI UMANITARIE E' UN CRIMINE

Pubblicato il 29.06.2017
.

L'arrivo in una settimana di 12 mila persone provenienti dall'inferno libico ha portato l’Italia ad una decisione senza precedenti.
Quella di comunicare alla Commissione Europea l’intenzione di vietare l’ingresso nei porti italiani alle navi umanitarie che prestano soccorso al largo della Libia.
All'egoismo e alle barriere proclamate da tempo con la “Fortezza Europa” e che hanno causato decine di migliaia di vittime in mare, oltre 2200 già nel 2017, l’Italia risponde con la stessa moneta.
Pensare di fermare gli arrivi bloccando di fatto i soccorsi significa diventare responsabili consapevoli di ogni strage che avverrà.
L’Europa deve accogliere, il governo italiano non può, per miseri calcoli elettorali e di consenso, voltarsi dall'altra parte.
Ad uccidere ancora una volta non sarà il mare ma le leggi degli uomini.
Non ci stupisce il plauso di M5S, Lega Nord e Forza Italia all’annuncio del governo.

Maurizio Acerbo
Stefano Galieni